Archivio articoli

Più Internet | Guadagnare dal sito web del proprio hotel
3777
post-template-default,single,single-post,postid-3777,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,smooth_scroll,,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Blog

Guadagnare dal sito web del proprio hotel

Le strategie di implementazione del proprio sito si basano sulle abitudini degli utenti

 

Tre sono sono gli elementi che stimolano un utente a preferire la struttura di un determinato hotel rispetto ad un’altra. Questi fattori sono: l’influenza che viene esercitata da amici o familiari, le informazioni ricavate dalle OTA (Online Travel Agency) e quelle contenute in siti come TripAdvisor. Sono tutti strumenti che usiamo in fase di ricerca, valutando e confrontando dati di strutture ciascuna con le sue peculiarità e il suo approccio a questa fase di comunicazione ormai indispensabile.
Conferma del valore fondamentale del contenuto di alta qualità e della sua ottimizzazione è l’esperienza di navigazione che possiamo noi stessi sperimentare qualora ci attiviamo per la ricerca. Possiamo vedere come ai primi posti, tra i risultati delle ricerche generiche si posizionino i contenuti dove è stato investito di più in termini di budget, di ricerca, di stile, di strategia di posizionamento.

 

Partiamo dai fondamentali. Per stimolare un utente ad un’azione, è necessario rendere ben visibile il marchio della propria struttura, investendo nella SEO (Search Engine Optimization) e in campagne pay per click.

 

Gli utenti gestiscono da sé le fasi di valutazione e prenotazione, guidati dalle proprie sensazioni, dai bisogni e dalle proprie capacità di spesa. La decisione finale è il prodotto di ricerca molto personale, basata su riflessioni e confronti e che si fonda sostanzialmente su tre concetti:

  • Il rapporto qualità-prezzo
  • La posizione della struttura ricettiva rispetto alle proprie esigenze logistiche
  • La qualità e il comfort dei servizi offerte

 

Le informazioni relative a queste domande devono essere trovate facilmente nel sito web della struttura alberghiera, nelle pagine sui social network della stessa, ma anche su portali di opinione o di prenotazione. L’ideale sarebbe aumentare le conversioni degli utenti da semplici visitatori a clienti paganti. Per renderlo possibile, oltre a rendere il sito web bello e d’impatto esteticamente, deve essere anche funzionale ed efficiente nella trasmissione dei contenuti a potenziali clienti che rientrano nel target della struttura ricettiva stessa.

 

Per aumentare le vendite online dirette è quindi necessario inserire sul sito delle piccole accortezze:

  • Il valore aggiunto e i plus della struttura devono essere subito evidenti e comunicati.
  • Le fotografie presenti devono trasmettere comfort e comodità ma devono essere anche veritiere per non tradire le aspettative del cliente.
  • La posizione dell’hotel deve essere comunicata tramite mappe e immagini.
  • Immagini e fotografie devono essere di grandi dimensioni, chiare e autentiche per aumentare la fiducia di un potenziale cliente.

 

Nel complesso la struttura del sito web deve essere semplice per permettere una navigazione fluente all’utente.
Le informazioni a ipotetiche domande o dubbi del cliente devono essere rilevate anticipatamente e comunicate sul sito web per guadagnare in credibilità.
Inoltre bisogna assicurarsi che la pagina del sito web venga visualizzata correttamente su un dispositivo mobile e che si carichi in tempi pressoché brevi.

 

Come valutare l’andamento del tuo sito web

 

L’analisi dei dati del sito web (Web-Analytics) è fondamentale per capire il comportamento degli utenti e per prendere decisioni strategiche.
I molteplici tools di analisi statistica dei dati, tra cui Google Analytics, si fondano su numeri, che devono essere contestualizzati e interpretati. L’andamento di una struttura ricettiva sul web sarà pertanto compresa adeguatamente se gli strumenti di analisi statistica verranno impostati correttamente a monte tenendo presente gli obiettivi di marketing e monitorando i funnel di conversione.

 

Il monitoraggio del funnel di conversione è utile per capire non solo quanti utenti arrivano fino alla prenotazione vera e propria ma anche in quale punto della navigazione ci sono le maggiori perdite di utenti ed è quindi necessario intervenire.

 

Un valore importante da tenere sotto controllo per migliorare il tasso di conversione è il Bounce Rate (frequenza di rimbalzo), la percentuale degli utenti che abbandona un sito web visualizzando una sola pagina e quindi senza alcuna interazione.
Bisogna sottolineare che bisogna tenere ben presente l’obiettivo del monitoraggio dei dati, che è ottenere delle intuizioni, degli indizi sull’andamento della strategia marketing messa in atto e valutarne la performance.