Archivio articoli

Più Internet | Aumentano gli acquisti online in Italia, è il sito e-commerce lo strumento vincente.
2947
post-template-default,single,single-post,postid-2947,single-format-standard,ajax_updown,page_not_loaded,smooth_scroll,,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive

Blog

Aumentano gli acquisti online in Italia, è il sito e-commerce lo strumento vincente.

Il numero di eShopper sale al 65% degli utenti su internet.

 

L’Osservatorio Multicanalità presenta i dati della ricerca 2016. L’Italia è sempre più multimediale: il 60% della popolazione al di sopra dei 14 anni sceglie di acquistare online

La multicanalità è ormai la normalità anche in Italia“:  afferma il Preside della School of management del Politecnoco di Milano, Umberto Bertelè, dando il via alla nona edizione del Convegno dell’Ossrvatorio Multicanalità: “Shopping (R)evolution”, promosso da Nielsen, School of Management del Politecnico di Milano e Connexia, in collaborazione con Hubility, che si è tenuto il 23 giugno presso l’Istituto Mario Negri di Milano.

Tra gli argomenti trattati al convegno troviamo Dati, proximiy marketing, mobile, e-commerce.

Tra i primi dati messi in evidenza dalla ricerca 2016 c’è quello di una multicanalità sempre più mobile, con gli italiani sempre più eShopper.

I dati che riscontriamo in questo nuovo report sono abbastanza similari allo scorso anno, anche se fanno il proprio ingresso nuovi fattori.  Si riconferma  un’Italia multicanale, in cui il 60% della popolazione al di sopra dei 14 anni di età perfeziona il processo di acquisto attraverso un mix di canali tradizionali e digitali ragione per cui la multicanalità ha cessato di rappresentare un fattore occasionale o opzionale all’interno del customer journey: il comportamento nel web degli italiani si è ormai evoluto, sono sempre più abituati a  vivere la rete con logica everywhere e in ottica seamless, in poche parole un unico ambiente con innumerevoli canali a cui riferirsi.

A tal proposito commenta Stefano Cini, Client Business Partner Nielsen «In questo contesto, è il consumatore a dettare le regole del gioco e sono le aziende che per comunicare con i clienti devono diventare sempre più smart brand. La tecnologia ha trasformato i nostri modelli di vita e ha fatto sì che sia la velocità e non più l’efficienza l’elemento determinante per il successo di un’azienda».

Un dato significativo si aggiunge al cambiamento delle abitudini dei consumatori: il 63% degli utenti di Internet si connette dal proprio smartphone, un valore in crescita esponenziale rispetto al 2012 (+43 p.p.). Aumenta anche il numero di utenti che utilizzano il tablet per accedere al web (+14 p.p. rispetto al 2012) e diminuiscono gli accessi da pc (-15 p.p. rispetto al 2012).

Anche il ruolo del punto vendita fisico subisce così un cambiamento. Non si tratta più del luogo esclusivamente indicato per la vendita diretta,  ma anche un riferimento in cui reperire le informazioni , ma anche un luogo in cui creare una connessione più intima con il brand.
Questo cambiamento, ha dato vita anche a nuovi profili. «Oggi parliamo infatti di  InfoShopper e eShopper – spiega Cini – Gli InfoShopper rappresentano tutte quelle persone che utilizzano touchpoint digitali solamente per ottenere informazioni su prodotto e/o brand. Nello specifico sono 11 milioni di italiani, che formano il 35% degli Internet Users e si caratterizzano per il grado di “diffidenza” verso l’utilizzo del digitale per finalizzare transazioni online. Gli eShopper sono invece tutti coloro che utilizzano la rete sia per informarsi sia per effettuare acquisti, che prediligono il web al punto vendita fisico e che, nel 2016, rappresentano 20,5 milioni di italiani, pari al 65% degli utenti internet».

Per 31,5 milioni di italiani Internet è il punto focale del proprio processo d’acquisto: ben 20,5 milioni, gli eShopper, lo utilizzano lungo tutto il path to purchase. Siamo a un punto di svolta nel quale il ruolo del digitale assume connotazioni e intensità diverse nelle varie categorie di prodotto e tra i segmenti di consumatori individuati.

Ecco perchè gli e-commerce sono sempre più efficaci e fondamentali per l’azienda che decide di adattarsi a queste nuove esigenze del cliente. Rendere smart la propria attività è la scelta vincente.

 

Per saperne di più leggi l’articolo.